........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Aree Sisma, Stop al versamento dei contributi anche nel 2023 #adessonewsitalia

Lo prevede un passaggio della Finanziaria. Le aziende e i professionisti potranno ottenere l’esenzione dal versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali anche nel 2023. I chiarimenti in un documento dell’Inps.

Le agevolazioni di natura previdenziale previste per le aziende e per i professionisti nella c.d. zona franca urbana istituita per i Comuni del Centro Italia colpiti dagli eventi calamitosi verificatisi nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria a far data dal 24 agosto 2016 sono stati prorogati anche nel 2023. Lo rende noto l’Inps nel messaggio n. 389/2023 in cui illustra quanto previsto dall’articolo 1, co. 746 della legge n. 197/2022 (legge di bilancio 2023).

L’articolo 46 del dl n. 50/2017 come convertito in legge n. 96/2017 e successive modificazioni ha previsto l’esenzione dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore delle imprese e dei professionisti che hanno la sede principale o l’unita’ locale all’interno della zona franca per i Comuni del Centro Italia colpiti dagli eventi calamitosi verificatisi nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria a far data dal 24 agosto 2016, e che hanno subito a causa degli eventi sismici una riduzione del fatturato almeno pari al 25 per cento nel periodo dal 1° settembre 2016 al 31 dicembre 2016, rispetto al corrispondente periodo dell’anno 2015.

La predetta agevolazione è stata riconosciuta, peraltro, anche alle imprese e ai professionisti che hanno intrapreso una nuova iniziativa economica all’interno della zona franca entro il 31 dicembre 2021, ad eccezione delle imprese che svolgono attivita’ appartenenti alla categoria F della codifica ATECO 2007 che alla data del 24 agosto 2016 non avevano la sede legale o operativa nei comuni di cui agli allegati 1, 2 e 2-bis del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189. I benefici in questione sono concessi tramite appositi decreti del MISE nei limiti delle risorse disponibili e nel rispetto del regime de minimis in materia di aiuti di stato.

L’agevolazione originariamente era limitata al quadriennio 2017-2020 per le imprese e al 2019-2020 per i professionisti, poi è stata rinnovata nel 2021-2022 dal dl n. 104/2020 durante la pandemia. Ora la legge di bilancio ha prorogato ulteriormente la misura anche nel 2023.

Di conseguenza, spiega l’Inps, i destinatari dei provvedimenti di riconoscimento delle agevolazioni possono utilizzare il credito verso l’erario per i versamenti dei contributi obbligatori dovuti all’Istituto nei periodi di imposta ammissibili (dal 2017 al 2023). Questo credito, in sostanza, può essere utilizzato per compensare i versamenti contributivi dovuti all’INPS oppure, se i versamenti sono già stati effettuati, per chiederne il rimborso all’INPS. In entrambi i casi gli interessati devono utilizzare il modello di pagamento “F24” da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (ENTRATEL e FISCONLINE) secondo le istruzioni già impartite dall’Inps con la Circolare n. 48/2019. A tale proposito, ai fini dell’utilizzo in compensazione, a mezzo modello “F24”, delle agevolazioni previste dall’articolo 46 in commento, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo “Z148”, “Z149”, “Z150”, “Z162”, “Z164” e “Z165”.

Documenti: Messaggio Inps 389/2023

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.pensionioggi.it/notizie/fisco/aree-sisma-stop-al-versamento-dei-contributi-anche-nel-2023”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.