........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Bonus Barriere 75%: proroga 31 dicembre 2025, tutte le novità #adessonewsitalia

Il Bonus Barriere Architettoniche al 75%, nato come misura sperimentale per le sole spese sostenute nel corso del 2022, è stato prorogato dalla Legge di Bilancio 2023 fino al 31 dicembre 2025.

L’agevolazione è dunque destinata a rimanere in vigore ancora per qualche anno.

Si tratta per ora dell’unico Bonus Casa, a parte il Superbonus 110%, che ha ottenuto il rinnovo fino a dicembre 2025. Tutti gli altri sono attualmente validi fino al 31 dicembre 2024, come era stato stabilito già con la Manovra 2022.

Vediamo di seguito quali sono le novità introdotte a partire dal 1° gennaio 2023 in merito alla proroga del Bonus Barriere Architettoniche al 75%.

Leggi anche: “Superbonus 90%: La guida per il 2023, cosa cambierà e per chi

Bonus Barriere 75%: interventi ammessi e modalità di fruizione

Il Bonus Barriere Architettoniche al 75% è un’agevolazione edilizia introdotta nel nostro ordinamento con l’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2022, un anno fa, con la quale si è disposta l’integrazione dell’art. 119-ter al Decreto Rilancio.

L’incentivo è nato appunto come misura sperimentale che sarebbe dovuta restare in vigore esclusivamente per l’anno 2022. Difatti, le sole spese ammissibili erano quelle sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022.

Ebbene, ad oggi, con la proroga dell’agevolazione fino al 2025, le spese ritenute agevolabili ai fini della fruizione saranno quelle sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2025.

Nessuna modifica invece è stata disposta per quanto riguarda le modalità di usufrutto del Bonus Barriere Architettoniche. L’incentivo consiste in una detrazione IRPEF al 75% per le spese legate alla realizzazione di interventi volti all’abbattimento delle barriere architettoniche su unità o edifici esistenti.

Sono inclusi tra i lavori ammessi tutti quelli che vengono effettuati con lo scopo finale di eliminare le barriere architettoniche. A tal proposito, tutti gli interventi devono rispettare i requisiti di cui al decreto ministeriale n. 236 del 14 giugno 1989, in merito all’accessibilità, all’adattabilità e alla visitabilità degli edifici.

È possibile includere tra le spese agevolabili anche quelle legate all’automazione degli impianti presenti nell’unità o nell’edificio, sempre al fine di abbattere le barriere. Nel caso in cui invece l’impianto venisse direttamente sostituito, saranno detraibili solo le spese legate alla bonifica e allo smaltimento del vecchio impianto e dei relativi materiali.

Il Bonus Barriere al 75% – come accade con il Superbonus e con diversi altri Bonus Casa – può essere beneficiato in base a tre modalità differenti:

  1. La detrazione diretta in più anni con la dichiarazione dei redditi;
  2. Il meccanismo della cessione del credito;
  3. Il meccanismo dello sconto in fattura.

Leggi anche: “Superbonus 110%, tutti gli utilizzi: Cessione, Sconto, Compensazione – Guida

Manovra 2023: novità per delibere assembleari in condominio

La Legge di Bilancio 2023 inoltre, in merito al Bonus Barriere al 75%, non ha stabilito modifiche neanche per quanto riguarda le tipologie di edificio o i potenziali beneficiari che hanno diritto ad accedervi.

Come prima, si potranno realizzare interventi su tutte le tipologie di edificio o unità immobiliare – a prescindere dalla destinazione d’uso – purché siano esistenti.

Questo significa che sono esclusi solo:

  • Gli edifici o le unità ancora in fase di costruzione;
  • Gli edifici o le unità in fase di demolizione e ricostruzione.

Per saperne di più, leggi: “Bonus Barriere 2022 in fase di costruzione e per demo-ricostruzione

In quanto ai possibili beneficiari poi non è previsto alcun limite. L’agevolazione è destinata a:

  • Persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;
  • Enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale;
  • Società semplici;
  • Associazioni tra professionisti;
  • Soggetti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, enti, società di persone, società di capitali).

La Manovra 2023 tuttavia ha stabilito per il Bonus Barriere Architettoniche al 75% una novità che riguarda esclusivamente gli interventi effettuati sugli edifici condominiali.

In particolare, per le delibere assembleari necessarie all’approvazione degli interventi da parte dei singoli condomini, si dispone quanto segue.

A partire dal 1° gennaio 2023, affinché la delibera sia valida, sarà necessario che:

  1. Almeno la maggioranza dei singoli condomini partecipi all’assemblea condominiale;
  2. La maggioranza dei partecipanti rappresenti almeno un terzo del valore millesimale dell’edificio.

Leggi anche: “Barriere architettoniche al 50% e al 75%: cumulabilità tra le detrazioni

{ span.setAttribute(‘ez-toc-data-id’, ‘#’ + decodeURI(span.getAttribute(‘id’))); }); document.querySelectorAll(‘a.ez-toc-link’).forEach(anchor=> { anchor.addEventListener(‘click’, function (e){ e.preventDefault(); document.querySelector(‘[ez-toc-data-id=”‘ + decodeURI(this.getAttribute(‘href’)) + ‘”]’).scrollIntoView({ behavior: ‘smooth’ }); }); }); }; document.addEventListener(‘DOMContentLoaded’, ezTocScrollScriptJS, false);]]> ‘); }else{ $blck.closest(‘a’).addClass(‘glg-a-custom-wrap’); }}); $(‘.gallery, .ghozylab-gallery, .wp-block-gallery’) .photobox(‘.carousel-item > a:not(“.icp_custom_link”),a.glg-a-custom-wrap, .gallery-item > dt > a, .gallery-item > div > a’,{ autoplay: true, time: 3000, thumbs: false, counter: ” }, callback); function callback(){ };}); ]]>

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.edilizia.com/bonus/barriere-architettoniche/bonus-barriere-75-proroga-31-dicembre-2025-tutte-le-novita/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.