........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Botti di capodanno, come proteggere cani e gatti #adessonewsitalia

Un Capodanno senza fuochi artificiali, per alcuni, non è un vero Capodanno. Sparare botti, però, non è così divertente per i cani e i gatti che vivono nelle nostre case. I cuccioli a quattro zampe possono rischiare anche la vita a causa di questi scoppi. Quindi, in vista della notte di San Silvestro, l’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) ha redatto un decalogo per aiutare i nostri animali domestici.

Le prescrizioni dell’Organizzazione internazionale protezione animali

“Non è raro che gli animali, impauriti, scappino dai giardini e dai cortili perdendosi o finendo investiti. Animali più anziani o cardiopatici possono morire d’infarto – chiarisce l’organizzazione animalista -. E anche la fauna selvatica, uccelli e animali dei parchi e dei boschi, spaventata dal frastuono e dalle improvvise luci, si disorienta schiantandosi contro alberi, muri, vetrate, cavi elettrici o finendo sotto le auto. Anche le ‘lanterne cinesi’, fatte spesso volare in occasione del Capodanno, possono causare il ferimento e la morte di animali“.

“Per evitare che l’ultimo giorno dell’anno si trasformi in dramma per gli animali, abbiamo stilato un decalogo con regole e suggerimenti per mettere in sicurezza e rassicurare il proprio familiare con la coda. L’inizio del nuovo anno dovrebbe essere una gioia per tutti, non motivo di terrore e angoscia”, illustra il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto, che si appella alle “forze dell’ordine affinché considerino una priorità i controlli finalizzati a far rispettare le ordinanze”.

Animali domestici, arriva il bonus fino a 900 euro l’anno: a chi spetta

Il decalogo per proteggere gli amici a quattro zampe

Analizziamo nel dettaglio i punti del decalogo: per prima cosa viene consigliato dall’Oipa di tenere gli animali il più lontano possibile dai festeggiamenti e dai luoghi in cui vengono esplosi i botti. Non vanno lasciati soli, poiché potrebbero avere reazioni improvvise e di conseguenza ferirsi. Restare dunque loro vicini, facendoci vedere tranquilli e cercando di distrarli.

Gli animali non vanno lasciati in giardino: teniamo gli animali che solitamente vivono all’esterno in casa o in un luogo protetto, per evitare il pericolo di fuga. Alziamo il volume di musica o televisione, serrando le finestre e le persiane. Lasciamo che gli animali si nascondano dove prediligono, anche se si tratta di uno spazio che normalmente è loro vietato. Durante le passeggiate teniamoli al guinzaglio, evitando di lasciarli liberi anche nelle aree per gli animali, in modo tale da evitare fughe dovute dalla paura.

Boom degli animali da compagnia, il mercato vola: ma quanto costa mantenerli?

Rivolgersi ai veterinari e se possibile allontanarsi dai centri urbani

Facciamo visitare l’animale da un veterinario comportamentalista, allo scopo di valutare la possibilità di una terapia di supporto. Evitiamo di intraprendere delle soluzioni fai da te, dando ai piccoli a quattro zampe dei tranquillanti: alcuni di questi medicinali sono dannosi e fanno aumentare lo stato di paura.

Per chi riesce a permetterselo, è sempre meglio organizzare un viaggio per trascorrere il Capodanno in luoghi lontani dai centri urbani e dai rumori forti e improvvisi. In ultima istanza si può chiedere al comune di residenza un’ordinanza contro i petardi e sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto questi rumori possano essere negativi per gli animali domestici.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://quifinanza.it/info-utili/video/botti-capodanno-proteggere-cani-gatti/684645/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.