........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Quali stipendi aumentano di più con il taglio del cuneo fiscale? Ecco chi ci guadagna: le simulazioni #adessonewsitalia

Il maxi emendamento

Alla fine, la Manovra ha alzato (anche se di poco) la soglia di reddito dei lavoratori dipendenti che beneficeranno del taglio del cuneo fiscale al 3%: dai 20.000 euro inizialmente previsti ai 25.000 euro (fino a 1.923 euro al mese). Si tratta, di fatto, della proroga del 2% introdotto dal governo Draghi, maggiorata di un ulteriore 1%. Il taglio del 3%, secondo i dati Istati, riguarderà circa 15,4 milioni di lavoratori dipendenti (di cui ben 4,2 milioni sotto la soglia dei 7.500 euro). Per quanto riguarda, invece, i redditi tra i 25.000 e i 35.000 euro (dai 1.923 euro ai 2.692 euro al mese) viene prorogato solo il taglio del cuneo fiscale del 2%. In entrambi i casi, la retribuzione può essere maggiorata, a dicembre, della tredicesima o dei ratei se la mensilità supplementare è pagata ogni mese. Le aliquote delle contribuzioni ai fini pensionistici sono in genere del 33% (di cui il 23,81% a carico del datore di lavoro e il 9,19% a carico del lavoratore, su cui incide il taglio del cuneo contributivo).
Semplificando, i lavoratori dipendenti con retribuzioni fino a 25 mila euro lorde nel 2023 pagheranno un punto percentuale in meno rispetto allo scorso anno e tre punti in meno rispetto al 2021 (nulla cambia rispetto al secondo semestre del 2022 per chi invece ha redditi da lavoro dipendente tra i 25 mila e i 35 mila euro), con la conseguente miglioria della busta paga e senza effetti negativi sulla pensione perché la copertura contributiva mancante sarà assicurata dallo Stato.
Avvertenza: tenuto presente che la riduzione dei contributi (2 o 3%) incide sull’onere deducibile (contributi obbligatori), che scende e a sua volta abbatte l’imponibile fiscale. La conseguenza è che la base del calcolo Irpef aumenta e si riflette sulla detrazione fiscale. Quindi, il netto in busta paga è inferiore alla decontribuzione.
Ma, in pratica, quanto aumenteranno le buste paga di questi lavoratori? Proviamo a fare qualche esempio.

© Riproduzione Riservata

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.corriere.it/economia/lavoro/cards/stipendi-quali-aumentano-piu-il-taglio-cuneo-fiscale-simulazioni-chi-ci-guadagna/maxi-emendamento_principale.shtml”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.