........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Rivalutazione pensioni 2023: si cambia ancora #adessonewsitalia

La bozza del disegno di legge di bilancio   dedica molti articoli ai  trattamenti pensionistici  per il 2023 ma ci sono state importanti novità nelle ultime ore in tema di importo degli assegni  nel 2023.

Infatti, oltre al nuovo pensionamento anticipato con quota 103 , al bonus  contributivo  per chi  resta al lavoro, alla proroga di APE SOCIALE e Opzione Donna (ancora da definire in dettaglio), la legge di bilancio all’art 56  prevede una  revisione del meccanismo di indicizzazione per il biennio 2023-2014, con

  •  una estensione  straordinaria  della percentuale per le pensioni minime ( nel 2022 il trattamento minimo è pari a 524,35 euro)  e 
  • una  stretta alla perequazione delle pensioni più alte.

Rispetto al testo giunto in Parlamento il 25 novembre,  sono stati proposti dal Governo  durante i lavori della Commissione alla Camera, nuovi emendamenti che ampliano ancora di piu la forbice tra pensioni minime e pensioni d’oro: le prime salgono  per alcuni  fino a 600 euro, le seconde perdono ancora punti di rivalutazione.

Vediamo di seguito piu in dettaglio 

Per il calcolo dell’adeguamento delle pensioni per il 2023 con i criteri previsti dall’art. 56 del Disegno di Legge della Manovra di Bilancio ti segnaliamo il tool in excel “Adeguamento pensioni 2023”.

Segui il Dossier Legge di bilancio 2023  per  tutte le notizie e approfondimenti  sul tema

Rivalutazione pensioni 2023-2024:  scaglioni nel DDL Bilancio

Il testo giunto in Parlamento prevedeva 

  1.  per i trattamenti pensionistici complessivamente pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo INPS (2100 euro lordi)  rivalutazione applicabile nella misura del 100 per cento del tasso ISTAT; 
  2.  per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a quattro volte il trattamento minimo INPS e  pari o inferiori a cinque volte il trattamento minimo INPS una rivalutazione dell’80%  
  3. per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a cinque volte il trattamento minimo INPS e pari o inferiori a sei volte ,  la percentuale di rivalutazione è del 55%
  4.  per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a sei volte il trattamento minimo INPS e pari o inferiori a otto volte , si applica nella misura del 50 per cento.
  5. nella misura del 40 per cento per i trattamenti pensionistici superiori a otto volte  e pari o inferiori a dieci volte il trattamento minimo INPS. 
  6. nella misura del 35 per cento per i trattamenti pensionistici complessivamente superiori a dieci volte il trattamento minimo INPS.

Le nuove percentuali  di rivalutazione pensioni

A seguito delle pressioni  di parte della maggioranza e dell’opinione pubblica il Governo ha presentato il 18 dicembre un emendamento al testo del DDL che

  1. conferma  lo  schema a sei fasce, 
  2. innalza la percentuale per gli assegni fino a 5 volte il minimo (che corrispondono a circa 2626 euro mensili lordi ) con un aumento di circa 153 euro mensili e
  3.   diminuisce quella sugli assegni piu alti , da 5 volte il minimo in su (con diminuzioni  progressive da 4 a 13 euro al mese rispetto alla prima versione)

come specificato  nella tabella seguente :

scaglioni importo soglia * EMENDAMENTO 18.12.2022 – Nuove percentuali di applicazione del tasso di rivalutazione annuale (7,3% nel 2022) 
pensioni fino a 4 volte il trattamento minimo INPS fino a 2100 euro circa 100%
pensioni da 4 a 5 volte il minimo fino a 2626 euro  85%
pensioni da 5 a 6 volte il minimo fino a 3150 euro 53%
pensioni da 6 a 8 volte il minimo  4200 euro 47%
pensioni da 8 a 10 volte il minimo  5250 euro 37%
pensioni oltre 10 volte il minimo  da 5250 euro in su 32%

* Attenzione tutti gli aumenti  sono attribuiti  alle pensioni anche oltre le soglie citate ma entro il  limite maggiorato con la quota di rivalutazione . Ad esempio il secondo scaglione (fino a 5 volte il minimo= 2620 euro circa)  la  rivalutazione all’80% si applica in realta fino alla soglia  maggiorata dell’80% del 7,3% (indice ISTAT 2022) dell’importo della pensione.

Per il calcolo dell’adeguamento delle pensioni per il 2023 con i criteri previsti dall’art. 56 del Disegno di Legge della Manovra di Bilancio ti segnaliamo il tool in excel “Adeguamento pensioni 2023”.

Aumenti pensioni minime: novità  per  over 75

Per contrastare l’inflazione in corso  per le pensioni di importo pari o inferiore al trattamento minimo INPS, è riconosciuto  un ulteriore  incremento di 

  • 1,5 punti percentuali per l’anno 2023  ( con deroga per gli over 75. v sotto)  e 
  •  2,7 punti percentuali per l’anno 2024

con riferimento al trattamento pensionistico lordo complessivo in pagamento per ciascuna delle mensilità da gennaio 2023 a dicembre 2024, ivi inclusa la tredicesima mensilità spettante.

Si tratta in pratica di aumenti delle pensioni minime

  • a 570 euro  nel 2023 e
  •  a 580 euro nel 2024

ATTENZIONE:  per i soggetti over 75 anni    scatterà una   rivalutazione  del 6,4%, invece del previsto 1,5%, oltre alla indicizzazione del 7,3%  che interessa gli assegni fino a 4 volte il minimo)

Questa ulteriore maggiorazione fa salire l’importo a  597,3 euro mensili  e comporta una spesa di 270 milioni per lo Stato.

Questo incremento straordinario  non sarà rilevante per il riconoscimento di tutte le prestazioni collegate al reddito riconosciute ai pensionati. 

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.fiscoetasse.com/index.php/rassegna-stampa/33267-rivalutazione-pensioni-2023-si-cambia-ancora.html”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.