........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Accumulo fotovoltaico: conviene o no? #adessonewsitalia

1. Usare l’energia autoprodotta anche di sera

Attraverso un impianto fotovoltaico con accumulo puoi immagazzinare l’energia elettrica prodotta e non consumata durante le ore diurne, potendola così sfruttare quando più ne hai bisogno.

La possibilità di utilizzare la tua energia quando meglio desideri senza preoccuparti delle fasce orarie è il primo grande vantaggio di questo sistema, ma non è certamente l’unico.

L’accumulo è il completamento ideale dell’impianto fotovoltaico dal punto di vista dello sfruttamento ottimale dell’energia solare prodotta.

Stai pensando che comunque il surplus di energia non viene perso, ma monetizzato attraverso lo scambio sul posto? Questo è vero, ma l’autoconsumo conviene di più, leggi l’articolo sullo scambio sul posto. Sono invece molto più interessanti le nuove opportunità date dal mercato energetico, in proposito leggi questi approfondimenti:

Il futuro del mercato energetico prevede una sorta di “rete elettrica distribuita”, nella quale sarà possibile condividere l’energia prodotta con altri utenti. Tutto questo avviene già nei Paesi Europei più avanzati tecnologicamente, come la Germania. Per questo avere un sistema di accumulo avanzato, capace di monitorare e gestire i flussi di energia domestici, permette di essere tecnologicamente al passo con i cambiamenti che presto riguarderanno anche l’Italia.

2. Fotovoltaico con accumulo: risparmio economico

Quando acquisti un impianto fotovoltaico con accumulo devi come prima cosa tenere presente che quello che stai comprando è un investimento per il tuo futuro.

Se, infatti, il costo iniziale può sembrarti elevato, devi considerare i soldi che risparmierai in bolletta per il consumo di energia elettrica. E sono soldi sono tutti guadagnati, dal momento che il prezzo di acquisto lo recuperi nel giro di pochi anni, anche grazie alle detrazioni fiscali. 

Stiamo parlando di tagli in bolletta rilevanti: attraverso l’utilizzo di un buon sistema fotovoltaico con accumulo l’autosufficienza energetica aumenta fino all’80%. Considerando i continui aumenti del costo dell’energia elettrica, ciò significa una drastica riduzione dei costi energetici.

A questo va aggiunto anche il fatto che alcuni sistemi di accumulo consentono di monitorare costantemente i consumi reali di energia e di conseguenza tenere sotto controllo quanto addebitato in bolletta.

Grazie al sistema monitoraggio, è possibile inoltre controllare costantemente il buon funzionamento dell’impianto fotovoltaico con accumulo, cosa importante per massimizzare il rendimento dell’investimento fatto. In questo modo potrai verificare le performance di tutto il tuo impianto 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno,  e intervenire rapidamente in caso di arresti o malfunzionamenti.

Per approfondire gli aspetti legati alla convenienza economica dell’accumulo, leggi anche questi articoli:

Oltre alla convenienza economica legata alla riduzione dei consumi, vanno considerate anche le agevolazioni fiscali. L’installazione del fotovoltaico con accumulo beneficia delle detrazioni Irpef 50% oppure, se è inserita in un intervento complessivo che comprende il cappotto termico o la sostituzione della caldaia, può usufruire del Superbonus 110.

3. Fotovoltaico con accumulo per la salvaguardia dell’ambiente 

Se le ragioni principali per cui la maggior parte delle famiglie ha deciso di dotarsi di un sistema fotovoltaico con accumulo sono l’autosufficienza energetica e la convenienza economica, non bisogna dimenticare che un’altra ragione per acquistarlo è di tipo ambientale. 

L’energia solare permette di ridurre in maniera drastica le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera, limitando così l’inquinamento globale e il surriscaldamento del pianeta di cui tanto (e giustamente) si parla in questi ultimi anni. 

Non si tratta di uno scenario distante nel tempo e nello spazio: tutti assistiamo ai cambiamenti ambientali e climatici in atto e spetta a ciascuno di noi dare il proprio contributo e capire che il futuro delle prossime generazioni passa dalle nostre mani e da una maggiore consapevolezza sul rispetto per l’ambiente.

Accumulo fotovoltaico: conviene? 

Per rispondere a questa domanda, bisogna innanzitutto pensare al debito energetico che ciascuno di noi, a meno di vivere da eremita in cima ad una montagna, necessariamente accumulerà nei prossimi 20/25 anni. Tutti noi, infatti facciamo un uso consistente di apparecchi elettrici in casa e tali consumi elettrici sono destinati ad aumentare ulteriormente negli anni a venire. Siamo talmente abituati a pagare le bollette un tot al bimestre che spesso trascuriamo il valore complessivo che questo costo ha nel tempo e quanto incide sul nostro bilancio familiare. 

Contemporaneamente, i prezzi dell’elettricità sono in costante aumento: in base ad uno studio dell’associazione di consumatori Codacons, dal 2008 al 2018 essi sono incrementati del 15%. Tale percentuale diventa quasi 4 volte più alta se si considera il periodo dal 2004 al 2014 (57%). Il trend di crescita è inesorabile e dipende anche da fattori geopolitici fuori dal nostro controllo.

Tutto questo si traduce in bollette sempre più care: per una famiglia media italiana ciò significa un debito energetico di oltre 30.000€ in 25 anni! Acquistando un sistema di accumulo fotovoltaico questo debito può essere ridotto drasticamente ed il costo iniziale sostenuto non solo viene compensato, ma addirittura ampiamente superato dai risparmi nel tempo.

Si tratta ovviamente di un investimento per il tuo futuro, che mi piace paragonare all’acquisto di una casa: preferisci “sprecare” i tuoi soldi in un affitto o investirli in un mutuo? Analogamente, preferisci buttare i tuoi soldi in bollette o investirli in un impianto fotovoltaico con accumulo? 

Con l’accumulo il tuo debito energetico può essere trasformato in un capitale da investire! Si tratta di denaro che dovrai comunque spendere in bollette e che puoi decidere di utilizzare in modo più redditizio.

Considera oltretutto che hai a disposizione la detrazione fiscale del 50% dell’investimento per l’acquisto e l’installazione del tuo sistema di accumulo fotovoltaico: ti vedrai rimborsato il 50% dell’investimento in 10 anni tramite detrazione sull’Irpef facendo la dichiarazione dei redditi.

Questo significa che, se decidi di trasformare in un investimento i soldi che dovrai versare in bollette, lo Stato italiano, a tutti gli effetti, ti remunera!

Quanto costa un sistema d’accumulo

Per quanto riguarda i prezzi di un sistema di accumulo, essi dipendono da diversi fattori, quali ad esempio la capacità di accumulo o la qualità e la tecnologia delle batterie. Ecco un articolo interessante che prende in esame gli elementi che incidono sul costo di un accumulatore: Costo impianti fotovoltaici con accumulo come calcolarlo

Un esempio di calcolo per un sistema di accumulo fotovoltaico

Per darti la “prova del nove” di quanto sopra illustrato, non c’è modo migliore che fare un esempio di calcolo.

Ogni caso va naturalmente considerato a sé, ma questa simulazione può ben rappresentare la situazione di una famiglia italiana.

Famiglia Rossi

Situazione di partenza

  • Località: centro italia
  • Consumo energetico annuo: 3.800 kWh
  • Bolletta annuale: 950€ (0,25€/kWh).
  • Debito energetico in 25 anni: 30.450€ (tasso incremento annuale: 1%)

Con impianto FV con accumulo

  • Potenza impianto FV: 5 kWp
  • Produzione annua impianto FV: 6.000 kWh
  • Capacità sistema di accumulo: 5 kWh
  • Costo impianto FV con accumulo: 19.000€
  • Costo impianto FV con accumulo con finanziamento 10 anni: 24.700€
  • Costo impianto con detrazione fiscale (-50%): 12.350€
  • Bolletta annuale residua:  89€ (con autoconsumo 57%)
  • Costi in 25 anni: 15.200€.
  • Risparmio medio annuo: circa 500€.
  • Risparmio sui 25 anni di 15.250€. 

In una famiglia con consumi superiori (5.500 kWh/anno), l’installazione di un impianto FV da 7 kWp e di un sistema di accumulo da 7,5 kWh, conduce queste stime a valori ancor più considerevoli: a fronte di un debito energetico di 44.250€ in 25 anni, il risparmio medio annuo si attesta sui 940€ e quello complessivo raggiunge i 24.000€.

E tu? Cosa faresti con mille euro in più all’anno di liquidità sul conto corrente? 

Inizia a capire se le batterie d’accumulo fanno per te: configura in un minuto il tuo sistema e scopri il prezzo.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://senec.com/it/blog/accumulo-fotovoltaico-conviene-o-no”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.