........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

La determinazione del valore immobile ai fini IMU #adessonewsitalia

Per adempiere all’obbligo di pagamento dell’Imposta municipale propria è necessario provvedere al calcolo della base imponibile, ovvero del valore immobile ai fini IMU. Per ottenere il valore immobile ai fini IMU bisogna individuare il valore della rendita catastale, rivalutarla del 5% e poi moltiplicare il risultato per il coefficiente della categoria catastale di appartenenza.

 

Cos’è l’IMU e come calcolare il valore immobile ai fini IMU?

Ogni anno, milioni di italiani sono tenuti a pagare l’Imposta municipale unica o propria, abbreviata IMU, destinata ai possessori di beni immobiliari. Si tratta di un pagamento da cui vengono esonerati i proprietari di abitazioni principali ed obbligatorio per i possessori della seconda casa. Il valore immobile ai fini IMU non è altro che il calcolo della base imponibile di tale imposta sulla base di alcune informazioni relative alla casa.

Gli interessati, a questo punto, si staranno chiedendo: come si calcola il valore immobile ai fini IMU? Per procedere è necessario essere in possesso dei seguenti dati sulle unità di cui si è proprietari:

  • il valore della rendita catastale;
  • il coefficiente di categoria catastale;
  • la quota di possesso;
  • l’aliquota fissata dal Comune in cui si trova l’immobile (in genere pari allo 0,86%);
  • eventuali riduzioni ed agevolazioni fiscali IMU.

Per i fabbricati iscritti al catasto, il calcolo del valore immobile ai fini IMU si effettua in questo modo: rendita catastale rivalutata del 5% x coefficiente della categoria catastale.

Nel caso del calcolo del valore immobile ai fini IMU dei terreni agricoli, la rivalutazione del reddito dominicale è fissata al 25% ed il risultato ottenuto non si moltiplica per 135. Per capire come calcolare il valore immobile ai fini IMU per ISEE dei fabbricati in costruzione o in ristrutturazione, è necessario prendere in considerazione il valore dell’area edificabile fino alla data di fine lavori o fino alla data di primo utilizzo del fabbricato. Per le aree edificabili, il valore immobile ai fini IMU viene individuato utilizzando il valore venale in comune commercio al primo gennaio dell’anno di imposizione, ovvero il valore di mercato.

Valore immobile ai fini IMU e ISEE 2022: a cosa serve esattamente?

L’individuazione del valore immobile ai fini IMU per l’ISEE è un’operazione fondamentale, dal momento che ogni nucleo familiare ha l’obbligo di dichiarare tutti gli immobili di cui si è proprietari. Effettuando il calcolo correttamente, il Fisco può tenere traccia dei possedimenti di ogni nucleo e mettere a disposizione nell’area personale dell’Agenzia delle Entrate il valore immobile ai fini IMU corretto.

Così, l’individuazione del corretto valore immobile ai fini IMU per l’ISEE 2022 consentirà di identificare la base imponibile su cui calcolare la giusta quantità di imposte municipali sulla casa. Questo strumento permette, dunque, di pagare il giusto ammontare di tributi diretti sulla base dei reali possedimenti del nucleo. Una volta trovato il valore immobile ai fini IMU 2022, è possibile pagare l’imposta il 16 giugno ed il 16 dicembre di ogni anno ed è sempre bene ricordare che l’IMU non è dovuta sull’abitazione principale, bensì ai soli possessori di seconde case o immobili di lusso.

Il coefficiente per il valore dell’immobile ai fini IMU: dove lo trovo?

Dove trovare il valore immobile ai fini IMU? O meglio, com’è possibile individuare il coefficiente di categoria catastale per poter calcolare la base imponibile corretta? Le tabelle dei coefficienti che consentono di individuare la propria base sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate, ove vi è anche uno storico degli elementi utili al calcolo del valore immobile ai fini IMU 2019 e del valore immobile ai fini IMU per ISEE 2021. Per permettere un calcolo agevole del valore immobile ai fini IMU del 2022, ecco i coefficienti attuali:

  • per i fabbricati di categoria da A/1 a A/11 (esclusa A/10); C/2; C/6 e C/7 è necessario aggiungere il 5% alla rendita catastale e moltiplicare per 160;
  • fabbricati di categoria da B/1 a B/8; C/3, C/4 e C/5 è necessario aggiungere il 5% alla rendita catastale e moltiplicare per 140;
  • fabbricati di categoria A/10 e D/5 è necessario aggiungere il 5% alla rendita catastale e moltiplicare per 80;
  • fabbricati di categoria da D/1 a D/10 (esclusa D/5) è necessario aggiungere il 5% alla rendita catastale e moltiplicare per 65;
  • fabbricati di categoria C/1 è necessario aggiungere il 5% alla rendita catastale e moltiplicare per 55.

I coefficienti possono essere modificati nel tempo, pertanto si raccomanda di consultare le tabelle dell’Agenzia delle Entrate per determinare il corretto valore ai fini IMU di un immobile. Per quanto riguarda, invece, le aliquote è bene prendere visione dei provvedimenti assunti a livello comunale, poiché il calcolo del valore immobile ai fini IMU a Roma, ad esempio, può essere sensibilmente diverso dal calcolo della base imponibile in altre città.

Il valore dell’immobile ai fini IMU: un esempio

Passiamo ora ad un esempio pratico di calcolo del valore immobile ai fini IMU. Supponiamo di essere in possesso di un immobile nella categoria catastale A/2 e di avere una rendita catastale di 520€. Rivalutando la rendita del 5% e moltiplicandolo per il coefficiente, otterremo una base imponibile di tale valore: (€ 520 + 5%) x 160 = €87.360.

Calcola il valore ai fini IMU seguendo queste semplici indicazioni e otterrai il valore dell’imposta IMU da pagare rispetto ai tuoi possedimenti. Attenzione: non confondere la base imponibile con il valore dell’imposta totale. Nel caso sopra riportato, 87.360 € è solo il valore dell’immobile ai fini IMU e non l’intero ammontare dell’imposta dovuta.

Potrebbe anche interessarti

Sei in cerca di ulteriori informazioni sul valore dell’immobile ai fini IMU, qui troverai ciò che ti serve.

Come si calcola il valore di una casa in base alla rendita catastale?

Il valore dell’immobile ai fini IMU viene calcolato come segue: (rendita catastale + 5%) x coefficiente di categoria catastale.

Dove trovo il coefficiente dell’immobile?

Il coefficiente dell’immobile di cui si è in possesso è disponibile nelle tabelle, continuamente aggiornate, dell’Agenzia delle Entrate.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.idealista.it/news/finanza/fisco/2022/12/05/170739-la-determinazione-del-valore-immobile-ai-fini-imu”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.