........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Migranti, Governo al lavoro sul decreto flussi: possibili ingressi regolari per 70mila #adessonewsitalia


Da una parte il contenimento dell’attività delle Ong, le cui navi nel mar Mediterraneo rappresentano «un fattore di attrazione» per i flussi di migranti e sono importanti anche per «le organizzazioni criminali». Dall’altra un rafforzamento degli ingressi regolari, «con un meccanismo premiale a favore dei Paesi più impegnati nel contrasto all’immigrazione illegale». e la strategia del governo in materia di immigrazione illustrata dal ministro dell’Interno Piantedosi nella sua informativa in Parlamento.

Decreto flussi

Le gestione del fenomeno migratorio passa perciò tramite il decreto flussi al quale il Viminale sta lavorando. Con una doppia chiave: la 1ª e quella di corridoi umanitari per le persone vulnerabili, la seconda gli ingressi di lavoratori misurati in base alle esigenze delle aziende italiane. «Dobbiamo creare percorsi legali di ingresso per i Paesi che collaborano alla prevenzione delle partenze illegali e ai rimpatri – ha spiegato il ministro – con un meccanismo premiale a favore dei Paesi più impegnati nel contrasto all’immigrazione illegale».

Da Egitto, Tunista e Bangladesh metà degli arrivi

L’attenzione e rivolta in modo particolare a quei Paesi da dove il flusso migratorio verso l’Italia e continuo. Delle circa 93mila persone sbarcate da inizio anno, più della metà provengono da 3 Stati: Egitto (18.800), Tunisia ( 17.300) e Bangladesh (13mila).

I numeri

Quali potrebbero essere i numeri del nuovo decreto flussi, lo strumento con il quale tutti gli anni l’Italia decide la percentuale di ingresso regolare sul proprio territorio? Quello di quest’anno, varato dal governo di Mario Draghi Dicembre 2021, prevedeva una quota massima di 69.700 lavoratori non comunitari subordinati, stagionali e non stagionali e di lavoratori autonomi. Numeri raddoppiati rispetto all’anno precedente. A giugno l’allora ministro dell’Interno Luciana Lamorgese annunciò per il decreto flussi 2023 «oltre 70mila posti» e questo, spiegò, perché «manca personale in alcuni settori specifici». Nel frattempo la corsa del governo di Mario Draghi si e interrotta e spetta ora al suo successore gestire il dossier.

Coldiretti: subito decreto flussi per 100mila migranti

Iil presidente della Coldiretti Ettore Prandini ha sollecitato il governo a emanare prontamente il decreto flussi 2023 per l’entrata di quanto meno centomila lavoratori migranti stagionali necessari al comparto agricolo in maniera che la manodoperra sia disponibile nei campi gia dai primi mesi del nuovo anno per garantire la forza lavoro: un modo per constrare il caporalato, potenziare la produzione di cibo dell’Italia e difendere la sovranità alimentare nazionale. Concetto, quest’ultimo, caro alle autorita che ha rinominato il ministero dell’Agricoltura proprio in questa chiave.

GN242931

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://finanza-24h.com/migranti-governo-al-lavoro-sul-decreto-flussi-possibili-ingressi-regolari-per-70mila/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.