........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Pensioni, l’Inps riassume gli ultimi interventi legislativi in tema di perequazione #adessonewsitalia


Pensioni, l'Inps riassume gli ultimi interventi legislativi in tema di perequazione (Teleborsa) – L’Inps ha pubblicato un dossier in cui sintetizza l’applicazione da parte dell’Istituto degli ultimi interventi legislativi in materia di perequazione delle pensioni. Come spiega il documento, la perequazione è la rivalutazione annuale degli importi pensionistici per adeguarli all’aumento del costo della vita e proteggere il loro potere d’acquisto. I trattamenti pensionistici erogati dall’INPS vengono sottoposti annualmente a una revisione degli importi in modo che risultino più adeguati al costo della vita. Nello specifico, ogni anno, entro il 20 novembre, il Ministero dell’Economia e delle finanze con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali adotta il decreto che fissa l’adeguamento definitivo per l’anno precedente, da applicare dall’1 gennaio dell’anno in corso, e l’adeguamento provvisorio per l’anno in corso con effetto dall’1 gennaio dell’anno successivo.

L’articolo 21 del Decreto Aiuti bis ha già previsto una rivalutazione dello 0,2% a recupero dell’inflazione del 2021 (perequazione definitiva 2022), rivolta a tutti i pensionati, pari alla differenza fra l’1,7% di inflazione stimata e l’1,9% di inflazione effettiva nel 2021 e un incremento del 2% dell’importo delle pensioni in pagamento ad ottobre, novembre e dicembre (compresa la tredicesima). Quest’ultima misura interessa chi riceve un trattamento pensionistico mensile non superiore a 2.692 euro lordi (circa 35 mila euro l’anno).

L’attribuzione della perequazione definitiva per l’anno 2022 (pari allo 0,2%) viene, dunque, anticipato a novembre; l’incremento del 2% partirà invece dal mese di ottobre. Da gennaio 2023 scatterà poi la rivalutazione per tutti gli aventi diritto in base ai dati sull’inflazione del 2022, che si prevede in forte crescita. Per entrambe le misure non sarà necessario fare una domanda; il conguaglio sarà applicato in automatico all’importo percepito e sarà segnalato sul cedolino della pensione.

Con il “Decreto Aiuti ter” è stata prevista, inoltre, una indennità una tantum di 150 euro a favore dei pensionati residenti in Italia con un reddito assoggettabile ad IRPEF non superiore a 20 mila euro. L’indennità è corrisposta d’ufficio ai pensionati con la mensilità di novembre.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.teleborsa.it/News/2022/10/31/pensioni-l-inps-riassume-gli-ultimi-interventi-legislativi-in-tema-di-perequazione-173.html”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.