........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Nuovo aiuto ai dipendenti in busta paga a novembre #adessonewsitalia

Il decreto Aiuti ter introduce una riedizione del bonus già previsto dal primo decreto Aiuti per lavoratori e pensionati. La differenza è nella misura dell’assegno: non sarà più di 200 euro, come quello erogato da luglio – ma di 150 euro – e in base al Dl 144/2022 arriverà ai beneficiari da novembre in poi.

La platea si restringe da oltre 31 a 21,8 milioni di italiani, perché è stata abbassata la soglia di reddito per l’accesso: a parte chi otterrà i 150 euro senza filtri reddituali (come i disoccupati e i beneficiari del reddito di cittadinanza) questa volta incasserà il bonus solo chi ha un reddito annuo fino a 20mila euro. La spesa totale si riduce così dai 6,9 miliardi del primo decreto Aiuti a 3,27 miliardi per i 150 euro.

La platea più numerosa di beneficiari dei 150 euro (8,3 milioni) è quella dei pensionati. Devono essere residenti in Italia, avere uno o più trattamenti pensionistici (compresi pensione o assegno sociale, di invalidità, di accompagnamento con decorrenza entro il 1° ottobre) e avere un reddito personale Irpef per il 2021 entro i 20mila euro. Dal calcolo sono esclusi il Tfr, il reddito della casa di abitazione e gli arretrati soggetti a tassazione separata. Salvo modifiche con la legge di conversione, che dovrà essere approvata dal nuovo Parlamento, il bonus di 150 euro arriverà automaticamente dall’ente previdenziale (Inps o altro) con la pensione di novembre.

È prevista l’attribuzione automatica – con la busta paga di novembre – anche per 6,7 milioni di dipendenti del pubblico e del privato, con retribuzione imponibile mensile, nello stesso mese, fino a 1.538 euro. I beneficiari non devono essere titolari di pensione né di reddito di cittadinanza. A pagare il bonus sarà il datore di lavoro, che compenserà poi la spesa con i contributi dovuti all’Inps.

Scopri di piùScopri di più

I 150 euro dovrebbero arrivare a novembre, direttamente sul conto corrente, dall’Inps, ai lavoratori domestici che hanno già beneficiato dei 200 euro, senza nuove istanze. Questi lavoratori devono avere un rapporto attivo al 24 settembre 2022. La richiesta dei 200 euro, aperta ai domestici con reddito Irpef 2021 fino a 35mila euro e un rapporto attivo al 18 maggio scorso, è peraltro ancora possibile, tramite il sito Inps, fino a venerdì 30 settembre. Una sola domanda dà quindi diritto a 350 euro di bonus.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.ilsole24ore.com/art/nuovo-aiuto-dipendenti-busta-paga-novembre-AE9ORD2B”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.