........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Scadenze fiscali settembre 2022, modello 730 e LIPE a fine mese. Il calendario completo #adessonewsitalia

Scadenze fiscali settembre 2022, è il mese del modello 730 e delle LIPE. In ambedue i casi l’appuntamento è a fine mese, ma vi sono ulteriori adempimenti da tenere a mente. Dai versamenti alle dichiarazioni, il calendario completo dell’Agenzia delle Entrate.

Scadenze fiscali settembre 2022: invio entro la fine del mese per il modello 730, adempimento che si affianca alla trasmissione delle LIPE del secondo trimestre.

Sono queste le due scadenze caratterizzanti del mese di settembre, ma non solo. Già dalla seconda settimana bisognerà tenere a mente i termini relativi a numerosi versamenti e dichiarazioni e, in totale, sono oltre 170 gli appuntamenti con il Fisco da tenere a mente.

Nello scadenzario dell’Agenzia delle Entrate trovano spazio i versamenti delle imposte sui redditi per partite IVA, lavoratori dipendenti e pensionati che hanno optato per la rateizzazione.

Da tenere a mente anche l’ulteriore scadenze del 30 settembre relativa all’invio delle spese sanitarie al sistema TS, adempimento collegato alla predisposizione del modello 730 precompilato. Stessa scadenza anche per il bollo sulle fatture elettroniche.

Ad intervallare le scadenze più importanti vi sono poi i consueti adempimenti periodici per imprese, professionisti e sostituti d’imposta.

Passiamo quindi in rassegna il calendario completo delle scadenze fiscali di settembre 2022.

Scadenze fiscali settembre 2022, il calendario completo

Adempimento Scadenza
Saldo e primo acconto imposte sui redditi – Terza o quarta rata partite IVA 16 settembre 2022
Adempimenti periodici IRPEF, IVA, INPS 16 settembre 2022
Elenchi Intrastat mensili 26 settembre 2022
Modello 730 30 settembre 2022
LIPE secondo trimestre 30 settembre 2022
Spese sanitarie sistema TS primo semestre 2022 30 settembre 2022
Imposta di bollo fatture elettroniche secondo trimestre o primo semestre 30 settembre 2022
Saldo e primo acconto imposte sui redditi – Terza o quarta rata dipendenti e pensionati 30 settembre 2022

Scadenze fiscali 16 settembre 2022: si riparte con le imposte sui redditi

Hanno chiuso il calendario di agosto e riaprono quello di settembre: sono saldo e primo acconto delle imposte relative alla dichiarazione dei redditi 2022.

Nello specifico, entro venerdì 16 settembre sono chiamati alla cassa i titolari di partita IVA che hanno optato per la rateizzazione di IRPEF, IRES, IRAP e imposte sostitutive dovute.

Chi ha avviato i pagamenti dal 30 giugno dovrà procedere con il versamento della quarta rata. Per chi si è invece avvalso della facoltà di differimento al 20 agosto 2022 l’appuntamento riguarda la terza delle rate dovute.

Da segnare in rosso sul calendario anche l’ulteriore appuntamento con le imposte sui redditi previsto il 30 settembre 2022, che interessa lavoratori dipendenti e pensionati e riguarda anche in tal caso la quarta o la terza rata.

Scadenze fiscali 16 settembre 2022: adempimenti periodici IRPEF, IVA e INPS

Il 16 settembre 2022 è anche la scadenza degli adempimenti periodici a carico dei sostituti d’imposta e per i versamenti IVA e INPS.

Nello specifico, la scadenza del 16 settembre riguarda:

  • versamento IVA del mese di competenza agosto 2022 per i contribuenti che liquidano l’IVA mensilmente. Il versamento deve essere eseguito tramite modello F24 indicando il codice tributo 6008 nella sezione erario.
  • versamento IRPEF delle ritenute alla fonte operate dai sostituti d’imposta su:
    • redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese di agosto (comprese addizionali comunali e regionali);
    • redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente. Il versamento dovrà essere effettuato utilizzando il codice tributo 1040 con periodo di competenza 08/2022.

Nello stesso modello F24 è possibile pagare anche i contributi INPS dovuti dal datore di lavoro sulle retribuzioni corrisposte nel mese di agosto.

Scadenze fiscali 26 settembre 2022: invio Intrastat

Entro la scadenza del 26 settembre 2022 (il 25 settembre cade di domenica) i contribuenti operatori intracomunitari con obbligo mensile dovranno effettuare l’invio degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT).

Sono obbligati all’invio degli elenchi Intra i soggetti titolari di partita IVA che hanno effettuato operazioni di cessione di beni o prestazioni di servizi nei confronti di soggetti UE nel mese di agosto.

L’invio degli elenchi Intrastat deve essere effettuato esclusivamente in via telematica all’Agenzia delle Dogane mediante il Servizio Telematico Doganale E.D.I. (Electronic Data Interchange) oppure all’Agenzia delle Entrate sempre mediante invio telematico.

Scadenze fiscali 30 settembre 2022, si chiude la stagione del modello 730

Il 30 settembre 2022 si chiude la stagione del modello 730, la dichiarazione dei redditi di lavoratori dipendenti e pensionati.

Il modello 730/2022 può essere presentato attraverso le seguenti modalità:

  • direttamente all’Agenzia delle Entrate;
  • tramite CAF;
  • tramite professionista abilitato;
  • tramite sostituto di imposta.

Si può inoltre inviare autonomamente la dichiarazione precompilata, uno strumento elaborato dall’Agenzia delle Entrate e messo a disposizione dei contribuenti.

Dopo l’accesso disponibile dal 23 maggio, attraverso il sito dedicato alla precompilata le principali date che scandiscono la stagione dichiarativa sono le seguenti:

  • modifica e invio online dal 31 maggio;
  • unica possibilità di annullare la dichiarazione inviata, in caso di errori a partire dal 6 giugno, e fino al 20 giugno;
  • possibilità di inviare il modello 730 integrativo in caso di errori relativi al sostituto d’imposta entro il 10 novembre 2022;
  • in caso di errori o dati mancanti nel modello 730 precompilato, è possibile inviare il modello Redditi correttivo entro il 30 novembre 2022. Successivamente è possibile presentare esclusivamente il modello Redditi integrativo.

Per inviare il modello 730 precompilato è necessario essere in possesso delle credenziali d’accesso:

I soggetti titolati ad averle ed utilizzarle potranno accedere al 730 online anche con le credenziali Fisconline, mentre il PIN INPS dispositivo reta utilizzabile per i residenti all’estero con documento di riconoscimento italiano.

L’accesso mediante le credenziali personali consente di visualizzare l’homepage del portale dedicato alla dichiarazione dei redditi precompilata, accedere ai dati utilizzati e visualizzare se sono completi o corretti, modificare o accettare il modello 730 precompilato 2022 e procedere con l’invio telematico entro la scadenza del 30 settembre.

Il modello 730/2022 precompilato può essere inviato anche da un familiare o una persona di fiducia.

Si potrà conferire una procura al coniuge o a un parente o affine entro il 4° grado, compilando l’apposito modello messo a disposizione dall’Amministrazione finanziaria.

La presentazione può avvenire tramite posta elettronica certificata, presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate o mediante i servizi telematici: sarà necessaria la copia dei documenti di identità del rappresentante e del rappresentato.

Scadenze fiscali 30 settembre 2022: LIPE secondo trimestre

Altra importante scadenza fiscale del mese è quella relativa alle LIPE.

La scadenza precedentemente fissata al 16 settembre è stata spostata al 30 settembre dal decreto Semplificazioni n. 73/2022.

L’appuntamento riguarda la trasmissione telematica della comunicazione delle liquidazioni IVA trimestrali dei dati delle operazioni effettuate ad aprile, maggio e giugno.

La comunicazione delle liquidazioni periodiche Iva, adempimento introdotto con il DL 193/2016, prevede che entro la fine del secondo mese successivo al trimestre di riferimento i contribuenti trasmettano i seguenti dati:

  • identificativi del soggetto a cui si riferisce la comunicazione
  • operazioni di liquidazione IVA effettuate nel trimestre di riferimento
  • dati dell’eventuale dichiarante.

Non cambiano le modalità di invio e le istruzioni per la compilazione del modulo dell’Agenzia delle Entrate.

Scadenze fiscali 30 settembre 2022: doppio appuntamento con le spese sanitarie al sistema TS

Entra tra le scadenze fiscali del mese di settembre anche la trasmissione delle spese sanitarie relative alla dichiarazione dei redditi precompilata.

L’appuntamento previsto per il 30 settembre 2022 riguarderà i dati delle spese sostenute dalle persone fisiche nel primo semestre 2022.

Ai soggetti tenuti alla trasmissione delle spese al Sistema Tessera Sanitaria è quindi richiesto di inviare i dati relativi alle spese sostenute nei due semestri, sia sanitarie che veterinarie, sulla base di quanto riportato sul documento fiscale emesso dai medesimi soggetti, comprensivi del codice fiscale riportato sulla tessera sanitaria, nonché quelli relativi ad eventuali rimborsi.

L’invio dovrà essere effettuato in modalità esclusivamente telematica, tramite l’apposito portale.

Scadenze fiscali 30 settembre 2022: imposta di bollo fatture elettroniche

Ultimo appuntamento da segnare in calendario è quello in scadenza sempre il 30 settembre 2022 relativo al versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche del secondo trimestre.

Le fatture elettroniche per le quali è obbligatorio l’assolvimento dell’imposta di bollo devono riportare specifica annotazione di assolvimento dell’imposta di bollo ai sensi del D.M. 17 giugno 2014.

Il versamento dovrà essere effettuato mediante il servizio presente nell’area riservata del soggetto passivo IVA presente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, con addebito su conto corrente bancario o postale, oppure utilizzando il Modello F24 predisposto dall’Agenzia delle Entrate con modalità esclusivamente telematica oppure, per gli enti pubblici, con modello F24-EP

Si ricorda che il bollo sulle fatture elettroniche è dovuto a cadenza trimestrale e sono quindi quattro gli appuntamenti previsti ogni anno, fissati alla fine del secondo mese successivo alla chiusura del periodo di riferimento.

Un’eccezione è prevista in caso di imposta non superiore a 250 euro.

In tal caso per il primo trimestre 2022 il versamento può essere effettuato entro la scadenza prevista per il secondo trimestre, e quindi entro il 30 settembre 2022.

Se tuttavia non si supera la soglia dei 250 euro in relazione sia al primo che al secondo trimestre, il versamento può essere effettuato entro il termine previsto per il bollo sulle fatture elettroniche del terzo trimestre.

Su questo aspetto è recentemente intervenuto il decreto Semplificazioni, che a partire dal 1° gennaio 2023 ha portato a 5.000 euro la soglia da considerare.

Periodo di riferimento Scadenza versamento fino al 31 dicembre 2022 Scadenza versamento dal 1° gennaio 2023
Imposta di bollo I trimestre Scadenza il 31 maggio 2022 se superiore a 250 euro Scadenza il 31 maggio 2023 se superiore a 5.000 euro
Imposta di bollo I trimestre Scadenza il 30 settembre 2022 se inferiore a 250 euro Scadenza il 30 settembre 2023 se inferiore a 5.000 euro
Imposta di bollo II trimestre Scadenza 30 settembre 2022 Scadenza 30 settembre 2023
Imposta di bollo I e II trimestre Scadenza 30 novembre 2022 se inferiore a 250 euro Scadenza 30 novembre 2023 se inferiore a 5.000 euro
Imposta di bollo III trimestre Scadenza 30 novembre 2022 Scadenza 30 novembre 2023
Imposta di bollo IV trimestre Scadenza 28 febbraio 2023 Scadenza 28 febbraio 2024

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.informazionefiscale.it/Scadenze-fiscali-settembre-2022-modello-730-LIPE-calendario-completo”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.