........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Bonus 200 euro agli autonomi, ecco il decreto. Domanda con l’autocertificazione #adessonewsitalia

Arriverà solo su richiesta e con una autocertificazione il bonus 200 euro ai tre milioni di partite Iva. Saranno in prima battuta gli enti di previdenza (Inps e Casse dei professionisti) a svolgere i controlli sui requisiti «sulla base dei dati dichiarati dal richiedente e disponibili all’ente erogatore al momento del pagamento». Sono queste le indicazioni che emergono dal decreto del Lavoro che permetterà il pagamento dell’indennità anti inflazione anche agli autonomi, compresi coltivatori diretti, commercianti, artigiani e professionisti ordinistici.

Le partite Iva dovranno quindi dichiarare di non aver percepito nel 2021 un reddito complessivo assoggettabile a Irpef superiore a 35mila euro, primo requisito per aver diritto al bonus anti inflazione. Il decreto, firmato il 10 agosto dal ministro del Lavoro, Andrea Orlando e in corso di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dopo la bollinatura della Ragioneria generale dello Stato – chiarisce che dal calcolo del tetto dei 35mila euro devono essere esclusi «i trattamenti di fine rapporto comunque denominati, il reddito della casa di abitazione e le competenze arretrate sottoposte a tassazione separata».

Il provvedimento disciplina i criteri di utilizzo delle risorse del Fondo per il sostegno del potere d’acquisto per i lavoratori autonomi (in tutto 600 milioni con l’incremento di 100 milioni, appena deciso dal decreto Aiuti bis), conseguente alla crisi energetica e al caro prezzi in corso.

Chi sono i beneficiari

I beneficiari dell’indennità sono i lavoratori autonomi e i professionisti iscritti alle gestioni previdenziali dell’Inps, nonché i professionisti iscritti agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza (in tutto circa 3 milioni di persone) che, nel periodo d’imposta 2021 abbiano percepito un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro e che non hanno già in qualche modo ottenuto i 200 euro come dipendenti o pensionati. In pratica si tratta di commercianti, artigiani, coltivatori diretti e professionisti sia ordinistici che non.

Scopri di più

Occorre l’iscrizione alla gestione previdenziale

I destinatari della misura una tantum, pari a 200 euro e corrisposta a seguito di presentazione domanda devono essere già iscritti alle gestioni previdenziali alla data di entrata in vigore del Decreto Aiuti (18 maggio scorso), con partita Iva e attività lavorativa avviata e devono aver eseguito almeno un versamento, totale o parziale, per la contribuzione dovuta alla gestione di iscrizione per la quale è richiesta l’indennità, con competenza a decorrere dall’anno 2020.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.ilsole24ore.com/art/bonus-200-euro-autonomi-firmato-decreto-ecco-come-fare-domanda-AEGonVsB”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.