........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Default triplicheranno entro un anno, ecco i settori a rischio #adessonews

“I mercati hanno prezzato un rischio maggiore durante la prima metà dell’anno, ma hanno assunto una posizione più ottimista da quando le letture sull’inflazione negli Stati Uniti sono migliorate (gli ultimi dati relativi al mese di luglio indicano un rallentamento rispetto a giugno dal +9,1% al +8,5% ma anche rispetto alle attese degli analisti del +8,7%, ndr)”, spiegano da S&P Global Ratings. Consumatori ed emittenti dovranno affrontare sfide sempre maggiori col procedere dell’anno, specie con costi energetici elevati. Il che “probabilmente ridurrà i margini di profitto, considerando che la Banca centrale europea continua ad aumentare i tassi”, aggiungono gli analisti.

Nello scenario peggiore, col verificarsi di una recessione profonda o prolungata, le insolvenze potrebbero impennare in modo ancora più aggressivo, spingendo il tasso di default al 5%. Nello scenario ottimistico, si bloccherebbe all’1,25%. Un’ipotesi possibile, quest’ultima, solo se il conflitto russo-ucraino si concludesse nei prossimi mesi, le sanzioni iniziassero a diminuire e l’inflazione si raffreddasse sufficientemente per un ritorno alla normalità, contribuendo di conseguenza anche a contenere l’inasprimento della politica monetaria. “Questi fattori aiuterebbero a mantenere basse le insolvenze, ma potrebbe diventare fondamentale che i prezzi energetici calino prima dell’inverno”, avvertono da S&P. Il che, spiegano, dipende a sua volta dalla fine delle tensioni nell’Est Europa e dal miglioramento delle relazioni tra Eurozona e Mosca, che gli analisti definiscono “attualmente improbabile”.

In questo contesto, concludono, bisognerà monitorare la capacità dei consumatori di continuare a sostenere la domanda a fronte di prezzi energetici elevati. Una capacità che dovrà scontrarsi nei prossimi mesi con l’abbassamento delle temperature e l’aumento del fabbisogno di riscaldamento domestico. A dover fare i conti con l’indebolimento della domanda saranno proprio gli emittenti di grado speculativo, che appartengono ai settori maggiormente dipendenti dall’atteggiamento dei consumatori, come media e intrattenimento, beni di consumo, vendita al dettaglio e ristorazione.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.we-wealth.com/news/investimenti/outlook-e-previsioni/default-ecco-i-settori-a-rischio-in-europa”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.