........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Caro energia, è allarme liquidità: all’esame una soluzione europea #adessonews

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
BRUXELLES – La crisi energetica sta assumendo contorni sempre più preoccupanti. Sul tavolo non c’è solo un forte aumento dei prezzi del gas e quindi dell’elettricità. Nei fatti, alcune aziende energetiche, acquirenti di idrocarburi, sono in difficoltà sul fronte della liquidità, come ha dimostrato il caso svedese nel week-end. Questo aspetto potrebbe rivelarsi cruciale nelle discussioni che avranno venerdì 9 settembre i ministri dell’Energia, tanto più che aumenta il pericolo di una segmentazione del mercato unico.

Si tocca ormai con mano il timore di un tracollo delle aziende che producono corrente elettrica grazie al gas. Non solo il prezzo della materia prima è cresciuto moltissimo, ma le aziende che vendono il gas esigono elevatissime garanzie finanziarie. Durante il fine settimana, il governo svedese ha messo a disposizione delle società del settore aiuti di emergenza, mettendo in luce i rischi di una crisi finanziaria e quindi economica.

Il timore emerge anche da un nuovo documento fatto circolare dalla presidenza ceca dell’Unione europea che verrà discusso a livello politico venerdì. Il documento precisa le varie opzioni sul tavolo. Oltre agli ormai noti tetti al prezzo del gas e dell’elettricità, la diplomazia ceca mette l’accento sui rischi di liquidità, parlando della possibilità di adottare «sostegni immediati attraverso linee di credito da concedere alle società che subiscono richieste di margini molto elevate».

Nel documento, il governo ceco si interroga «sull’opportunità di una soluzione specifica a livello europeo, ad esempio attraverso il ruolo della Banca centrale europea». Il documento non dà ulteriori precisazioni. L’ipotesi di far intervenire l’istituto monetario appare difficile (se non impossibile) da mettere in pratica, non fosse altro perché la Bce può prestare direttamente solo a istituzioni finanziarie (anche se indirettamente inietta liquidità acquistando titoli obbligazionari anche di aziende).

Scopri di piùScopri di più

A tutta prima (e in privato) la reazione da parte delle autorità monetarie dinanzi all’idea della presidenza ceca è stata fredda. Praga propone anche di modificare le norme che regolano le contrattazioni sui mercati energetici, pur di ridurre l’ammontare del collaterale richiesto dalle aziende distributrici di gas. Inoltre, mette sul tavolo anche la possibilità di sospendere la contrattazione dei derivati. L’obiettivo è sempre di calmierare i prezzi.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.ilsole24ore.com/art/caro-energia-e-allarme-liquidita-all-esame-soluzione-europea-AEi0fsxB”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.