........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

L’economicità nelle aziende sanitarie e l’equilibrio del #adessonews

Con la riforma del sistema sanitario nazionale, alle organizzazioni sanitarie pubbliche, è stata riconosciuta la natura di azienda54.

A queste, pertanto, alla luce dell’attuale impostazione dottrinale55 si attribuisce come unica finalità il perseguimento dell’economicità, considerata la condizione necessaria per garantire la sopravvivenza nel tempo del sistema aziendale.

L’economicità, rappresenta la capacità del sistema d’azienda di perdurare nel tempo massimizzando l’utilità delle risorse impiegate e dipende, congiuntamente, dal conseguimento di performance di efficienza e di efficacia gestionale, nonché, dal rispetto di condizioni di equilibrio economico, patrimoniale e monetario-finanziario56.

L’efficienza misura l’attitudine dell’impresa a determinare convenientemente e realizzare efficientemente sul piano economico le combinazioni operative, implicanti l’uso delle risorse richieste dalla perseguita produzione di beni o servizi. In particola- re, l’azienda opera in condizioni di efficienza quando a parità di risorse impiegate aumenta la quantità e la qualità della produzione, nonché, quando a parità di livello quali e quantitativo dell’output, l’azienda impiega minori risorse per il processo produttivo.

L’efficacia, invece, esprime la capacità della gestione aziendale di conseguire gli obiettivi programmati (efficacia interna) e di soddisfare i bisogni sia in termini quantitativi che qualitativi per i quali è stata creata ed organizzata (efficacia esterna). Un miglioramento dell’efficacia, e quindi della capacità aziendale di perseguire gli obiettivi preposti, a parità di risorse impiegate, indica una maggiore efficienza

54 Art. 3 d.lgs. n. 229/1999.

55 In merito si vedano: GIANNESSI E., Le aziende di produzione originaria, op. cit., BERTINI U., Il

sistema d’azienda. Schema di analisi, Pisa, Torino, Giappichelli, 1990; ONIDA P., Economia d’azienda, op. cit.; MASINI C., Lavoro e risparmio, Torino, op. cit.; FERRERO G., istituzioni di economia d’azienda, Milano, Giuffrè, 1968; AMADUZZI A., L’azienda nel suo sistema e nell’ordine delle sue rilevazioni, Torino, Utet, 1969.

56 SOSTERO U., L’equilibrio economico delle aziende, in “Rivista Italiana di Ragioneria e di Econo- mia Aziendale”, luglio-agosto, 2002.

dell’azienda. Quest’ultima si rinviene, anche, con l’impiego di minori quantità di risorse, realizzando un uguale soddisfacimento dei bisogni.

Pertanto, una reale capacità dell’azienda di utilizzare in maniera razionale le proprie risorse, si desume non solo controllando gli indici di efficienza, ma control- lando anche le misure di efficacia, le quali, si precisa, sono comunque spesso legate a parametri strutturali e fattoriali simili a quelli dell’efficienza stessa, capaci di espri- mere solo una potenziale capacità dell’azienda di soddisfare i bisogni.

Per quanto riguarda, infine, le condizioni di equilibrio economico, patrimoniale e monetario-finanziario, queste esprimono rispettivamente, il risultato del rapporto favorevole fra i costi (sostenuti dall’impresa per dotarsi delle risorse patrimoniali e umane necessarie allo svolgimento della gestione) e i ricavi (conseguiti dalla vendita dei prodotti e dei servizi realizzati); la solidità patrimoniale dell’azienda; il bilancia- mento fra fonti e fabbisogni finanziari dell’impresa e la capacità della stessa di far fronte ai pagamenti cui è tenuta con i mezzi monetari di cui dispone.

Le condizioni di equilibrio appena descritte si presentano strettamente correlate fra di loro, tuttavia fra le stesse non vi è una completa interdipendenza. Il raggiungi- mento di un equilibrio non implica, infatti, che vengano raggiunti anche gli altri. Il medesimo tipo di relazione intercorre fra le stesse condizioni di equilibrio e le per- formance di efficacia ed efficienza57.

Il concetto di economicità, definito in generale per tutte le realtà aziendali, va tuttavia riadattato a quelle che sono le peculiarità delle aziende pubbliche e, nel caso specifico, delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende Ospedaliere.

Tra gli aspetti che caratterizzano tale tipologia di azienda si annovera, innanzi- tutto, la presenza di un potere politico sovraordinato, rappresentato dall’ente regiona- le, il quale, come si è già avuto modo di evidenziare in precedenza, definisce la

57 Cfr. AIROLDI G., BRUNETTI G., CODA V., Economia Aziendale, Bologna, Il Mulino, 1994; MARCHI L., Introduzione all’Economia Aziendale, Torino, Giappichelli, 2000; PAVAN A.,

L’amministrazione economica delle aziende, Milano, Giuffrè, 2001; SARCONE S., L’azienda. Carat- teri d’Istituto-Soggetti-Economicità, Milano, Giuffrè, 1997.

struttura organizzativa del sistema e l’obiettivo sociale da perseguire, con rilevanti conseguenze sull’economicità delle singole realtà aziendali.

Un’altra peculiarità delle aziende sanitarie riguarda l’assenza dello scambio du- rante la cessione nel mercato. Le prestazioni erogate dalle aziende sanitarie, infatti, sono prevalentemente finanziate attraverso trasferimenti diretti da parte della Regio- ne o attraverso la corresponsione di tariffe, definite dalla stessa e, non dal pagamento di un corrispettivo diretto da parte del cittadino che usufruisce del servizio.

Di particolare importanza appare, infine, l’oggettiva difficoltà a valutare in termini economici i servizi erogati e i risultati ottenuti. Tale difficoltà è attribuibile al carattere generale della finalità istituzionale, rappresentata dal soddisfacimento del bisogno di salute della comunità58.

Alla luce delle peculiarità appena esposte, per le aziende in oggetto, al fine di operare in condizioni di economicità, appare rilevante conseguire adeguati livelli di efficacia e di efficienza gestionale, ossia di riuscire a soddisfare il bisogno di salute della comunità attraverso un impiego ottimale e senza sprechi delle risorse.

Considerato infatti che, sia gli obiettivi da perseguire, sia l’entità delle risorse finanziarie per il perseguimento di questi, rientrano nella sfera decisionale regionale e statale, si può affermare che il conseguimento di adeguati livelli di efficacia e di efficienza gestionale consente maggiormente alle aziende sanitarie di raggiungere gli obiettivi di salute fissati dalla Regione, nel rispetto del vincolo di pareggio di bilan- cio, ossia, entro i limiti delle risorse finanziarie assegnate59.

Come si è già osservato, le aziende sanitarie fanno parte di un sistema guidato dalla Regione, dalla quale subiscono una serie di limitazioni decisionali. Appare importante, pertanto, considerare non solo il risultato delle singole aziende ma le performance dell’aggregato in toto. In altre parole si ritiene che, per poter valutare l’efficacia organizzativa e gestionale dei servizi sanitari erogati, bisogna esaminare

58 BORGONOVI E., Principi e sistemi aziendali per le amministrazioni pubbliche, op. cit.; DEL VECCHIO M., Dirigere e governare le amministrazioni pubbliche, op. cit.

sia le prestazioni realizzate a livello aziendale, sia l’economicità a livello del sistema quale risultato dell’attività svolta dalle singole unità del gruppo.

A riguardo, appare importante considerare il grado di soddisfacimento del bi- sogno di salute dei cittadini, sia in termini qualitativi che quantitativi, e il consegui- mento dell’equilibrio economico-finanziario regionale, espresso dalla capacità del sistema sanitario di operare nei limiti delle risorse disponibili per l’erogazione dei LEA e di contenere il ricorso ad ulteriori finanziamenti istituzionali (riparto naziona- le ed eventuali risorse aggiuntive regionali) e alla compartecipazione alla spesa dei cittadini60.

L’economicità delineata nel presente paragrafo, sia a livello aziendale che di sistema, discende sicuramente dall’attività gestionale svolta dalle singole organizza- zioni e, conseguentemente, dalle decisioni del direttore generale. A seguito del fe- nomeno della regionalizzazione, che ha posto in mano alle Regioni importanti leve strategiche, l’economicità aziendale e di gruppo non può che essere osservata anche alla luce delle linee politiche definite da queste.

Nell’ambito del presente lavoro hanno rilevano le decisioni regionali afferenti il sistema di finanziamento delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende Ospedalie- re.

Di particolare importanza appaiono le decisioni relative all’entità delle risorse finanziarie che l’ente Regione destina all’erogazione del servizio sanitario e la defi- nizione dei tariffari.

Il sistema di finanziamento costituisce un importante strumento di governance per la Regione, attraverso il quale può condizionare in modo rilevante il comporta- mento delle singole organizzazioni sanitarie, con significative conseguenze sia sull’economicità di queste, singolarmente considerate, sia sull’economicità del gruppo.

60 ANESSI PESSINA E., SICILIA M., L’equilibrio economico dei Servizi Sanitari Regionali e delle

loro aziende, in CANTÙ E., L’aziendalizzazione della sanità in Italia. Rapporto Oasi 2009, Milano,

C

APITOLO

II

IL SISTEMA DI FINANZIAMENTO

SOMMARIO: 2.1. L’allocazione delle risorse finanziarie tra le ASL: differenze regionali

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://123dok.org/article/l-economicit%C3%A0-nelle-aziende-sanitarie-e-equilibrio-del.8yd6p1jz”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.